1998, un passo indietro: le corse

 Ma c’è una cosa che mi preoccupa di più. E per spiegarla devo fare un passo indietro. Margherita è un’ex cavalla da corsa. Il suo passaporto non mente: ha debuttato a due anni e pochi mesi allo stadio milanese di San Siro. La sua genealogia irlandese sta tutta in un fisico e un’altezza importante, nettamente superiore a quella di un purosangue inglese. Sia i genitori che i nonni erano grigi e tutti cavalli da corsa.Ma il debutto, per qualche motivo che non conosco, non è stato un successo. E come spesso accade, Margherita è stata ritirata. Da quel giorno, e fino ai quattro anni, non è stata una vita facile per mia bella bionda (la chiamo così perché non sapete quanto sia difficile tenere pulito un cavallo grigio e poi perché scorrazza in padok con la coda al vento, come una puledra).

E’ passata di maneggio in maneggio, ma ancora senza successo. Poiché ha un carattere ribelle e per nulla facile, non ama né fare il cavallo da scuola né quello da passeggiate. Non ama passare di mano in mano senza prima stabilire una sia pur minima relazione con chi la monta. Ma non tutti possono capirla.

Lascia un Commento