Ogni volta che temo il peggio, che ho paura che non ce la faccia più e che stia per mollare…Margherita mi stupisce. Nei giorni scorsi un rigonfiamento che andava e veniva dietro le costole mi aveva non poco preoccupata. Il vet mi ha spiegato che potrebbe trattarsi della milza che non riesce più a lavorare bene. Ciò significherebbe che il tumore è in metastasi. Non mi pare che il rigonfiamento, che ripeto va e viene, le dia fastidio. Semmai noto un occhio più malinconico, ma Margherita continua a fare la sua vita tranquilla. Anzi, se devo proprio dirla tutta in questi giorni la vedo benone. l’appetito non le manca e non disdegna neppure qualche corsa nel fango, gioco che ama moltissimo e che la riduce come una signora alle Terme per fangoterapia!

Ho cambiato il rimedio omeopatico, sempre su indicazione del dott. Cattinelli di Trieste. Ora Margherita prende il Lycopodium L12 e non più L6 come ha fatto negli ultimi due mesi. Penso si tratti di una concentrazione diversa rispetto a prima.

 Margherita passa le sue giornate molto serenamente. La mattina dalle 8 in paddock, poi rientra verso le 11,30 in box perché soffre troppo sia il calore del sole che le punture degli insetti. Poi al pomeriggio, quando riesco a finire il lavoro a un’ora decente, la porto un po’ a brucare. Di paddock nel pomeriggio non se ne parla: accetta di uscire dal suo box solo se rigorosamente appiccicata a me e al contatto con la longhina. Ci facciamo le carezze e le coccole…tutti ci guardano e non riescono a credere che sia malata. Ogni tanto, e non è certo la prima volta che lo scrivo, anch’io me ne voglio scordare…

Ma voglio ricordarmi e ricordare a tutti che quando venne dignosticato il doppio tumore alla carotide a Margherita, erano i primi giorni di dicembre. Il vet mi aveva lasciato poche speranze e verso Natale avrebbe voluto farma dormire in tondino in modo che la morte o una violenta crisi di dolore non la cogliesse in box dove sarebbe stato tutto più drammatico. Sono passati più di sei mesi. E lei c’è ancora. Forse è un po’ dimagrita o forse ha solo perso massa muscolare visto che non “lavora” più. Ma continua a mangiare…e a vivere. Per me è una piccola vittoria e quasi un sollievo: le sto regalando mesi sereni, forse i più sereni della sua vita  :-)

Lascia un Commento