Archivio mensile:dicembre 2009

Ancora dolori…ma abbiamo superato il grande freddo

Il glomo destro di Margherita è ancora dolente. E’ caldo in un punto specifico. Si infiamma, forse perché lei carica troppo la parte destra del corpo per scaricare quella sinistra dove “vive” il tumore.
Ho ricominciato con gli impacchi di amuchina e poi di argilla. Devo assolutamente evitare che si blocchi con il corpo perché il vet è via per le vacanze e nessuno sarebbe in grado di rimetterla in sesto.

Ieri l’ho fatta passeggiare un po’. Ma sempre dietro a Nina, portata alla longia da una mia amica. Il problema è che Marghe non vuole allontanarsi da Nina neppure un attimo. Appena non la vede è come se le mancasse la terra sotto i piedi…ciò significa che non potrò più montare. Non voglio vederla sclerare in quel modo. Mi fa troppa pena.

Ma la vera notizia di questo post è che sembra che abbiamo superato indenni il grande freddo di prima di Natale. Qui, in terra trevigiana, siamo finiti a 12 gradi sotto lo zero! A Marghe ho aggiunto un’altra coperta e un copricollo. Nina invece ha provveduto da sola: è diventata un pelouche :-)

Cavalli come i cani

Oggi Margherita aveva tutte e due le gambe anteriori gonfie. Uno strano gonfiore, quasi una ritenzione idrica. Un edema. Per di più lo sguardo assente era ancora più assente e non riusciva proprio a camminare, nè ad abbassare la testa per mangiare. Mi sono preoccupata da morire.

Andrea, il veterinario è riuscito a venire a vederla verso sera. La diagnosi non è stata veloce. Di fatto sembra che l’anteriore sinistro abbia avuto un trauma (una botta? dove? come?) piuttosto intenso. Il dolore, negli ultimi due giorni (ho lasciato Margherita abbastanza bene martedì pomeriggio) è stato tale che le cervicali, già compromesse dal tumore che preme, si sono bloccate. E con queste tutta la schiena e soprattutto il bacino. Caricando qui e là sugli anteriori, la fatica e il dolore sono stati così forti che in tutto il corpo ha cominciato ad accumulare acido lattico. Prima che arrivasse il veterinario, la parte anteriore tremava tutta.
Un lungo massaggio ha sbloccato cervicali, schiena, bacino. Impacchi di amuchina, ghiaccio e cretata nella zona del trauma spero risolvano il qualche giorno la situazione. La cosa certa è che dopo il massaggio, che per Margherita è stato doloroso (ma lei appoggiava la testa alla mia spalla, respirandomi profondamente), lo sguardo della cavalla era diverso.

La cosa che mi ha più colpito è stato l’atteggiamento di Nina durante il lavoro del veterinario. Nina non ci ha lasciato un momento. Guardando con estrema curiosità quello che stava succedendo. Poi, si è leggermente abbassata e ha cominciato ad annusare la gamba dolorante di Margherita. Su e giù. Poi si è fermata su un punto esatto e ha cominciato a leccare. Andrea ha controllato e ha individuato proprio in quel piccolo punto il trauma. Nina ha continuato a leccare, senza paura. Non temeva reazioni strane di marghe. Poi, Marghe si è girata verso di lei e l’ha guardata, lasciandola fare. Poi ha sospirato ed è tornata a guardare me.

Non avevo mai visto un cavallo che “cura” con la sua saliva il male di un altro cavallo. Né avevo letto o pensato che ciò potesse accadere. Andrea non si è stupito, ma anche per lui era prima volta che vedeva una così lunga seduta di terapia fra cavalli. Straordinario. Anche per il fatto che tutto avveniva sotto i nostri occhi, mentre noi parlavamo e le accarezzavamo. Straordinario.

Un po’ meglio

Dopo la cretata, l’arnica e il Reckweg R1, mi sembra vada meglio. La gamba è meno dolorante. Ma comuque sia Margherita mi sembra un po’ assente. Oserei dire pensierosa. Ogni tanto esce dalla sua casetta e guarda lontano, come assorta.
Lunedì spero venga il vet. Vediamo come la trova.

Tosse e gambia gonfia

Ogni tanto mi sento scoraggiata. E’ vero: da tempo Margherita conserva quel certo equilibrio che la fa stare abbastanza bene. Dovrei essere contenta. E lo sono. Ma qualche volta, quando qualcosa va storto, mi sento scoraggiata e stanca. Il garretto destro di Marghe oggi è gonfio. E le fa male, tanto che non vuole farsi toccare. Le ho fatto una cretata e le ho dato una fiala di arnica. Gliela darò per qualche giorno ancora. Poi l’ho sentita tossire…ed era da un pezzo che non succedeva. Quindi, 30 gocce di Reckweg R9. Anche questo glielo darò x qualche giorno. Ma la vera cosa che mi preoccupa è che vedo uno strano sguardo. E’ come assente. Dolente? Forse. Comunque, mangia. Ieri le ho dato il vermifugo (anche a Nina): che sia quello che la rende strana? mah…

Luna piena sulle mie pelose

C’è una grande luna questa notte nel cielo. Dopo tanta pioggia, il cielo è limpido. E’ la prima notte di luna piena per Margherita e Nina. Chissà cosa faranno, cosa penseranno. Saranno felici? Serene? Perché mi importa così tanto il loro benessere e il loro stato d’animo?

[youtube=http://www.youtube.com/watch?v=DiZn-x_Tl84&hl=it_IT&fs=1&]