Galoppata e caduta, quanta paura!

Mercoledì 24 Margherita ha avuto la sua seconda puntura di staminali, la prima omologa. Tutto bene, tutto tranquillo. Anche Marco Polettini la vede abbastanza bene e sveglia.

Nina fa le boccacce

Nina fa le boccacce

Così ieri ho provato a fare una cosa diversa con lei. Era una bellissima giornata di sole e avevamo tutte e tre voglia di respirare a fondo la fine (speriamo) dell’inverno.  L’ho presa, assieme a Nina, e le ho messe insieme nel campo grande.

Nina ha cominciato a correre felice e…Margherita le correva dietro. Anche sgroppando. A un certo punto, è scivolata sul fango ed è caduta sul fianco destro. Ho preso una paura terribile, davvero. Ma lei si è rialzata in un batter d’occhio e ha raggiunto Nina.

Poi, si è cercata una pozza d’acqua abbastanza grande e ha fatto quello che ama: ha cominciato a sguazzarci dentro rampando con gli anteriori e infilando il muso dentro l’acqua. In cinque minuti era coperta di fango dalla testa ai piedi. Ma era felicissima.

Il tutto sarà durato un quarto d’ora, venti minuti. Non di più. Alla fine, Margherita mi ha guardata. Era come stranita e un po’ incredula. Mi si è piazzata vicina e, insieme, abbiamo guardato la Nina che continuava a correre felice.

Un inizio di primavera, forse.

Un pensiero su “Galoppata e caduta, quanta paura!

  1. Stefano

    …………. Sono le più belle notizie che si possano sentire!

    Le speranze di tutti noi sono legate ai raggi di sole che si intravedono e alla primavera che finalemnte sta arrivando!

    Che gioia…penso che, non potendo parlare i nostri amici, ci fanno capire come si sentono da piccoli gesti che non possono non gonfiarci il cuore!

    Un saluto a tutto iil Clan!

Lascia un Commento