25 novembre, da Cavallo Magazine:Anche le celebrità scendono in campo per i cavalli selvaggi degli Stati Uniti occidentali

La vicenda riguarda le adunate che vengono effettuate nelle terre dell’ovest e dalle quali ogni volta un ingente numero di esemplari non torna più indietro al suo habitat naturale, ma viene catturato e destinato a usi non meglio precisati, anche se è acclarato che per la maggior parte dei cavalli il destino è la macellazione.
Contro tali barbarie è stata aperta una sottoscrizione di firme che chiede sia rispettato il ‘Wild Free-Roaming Horse and Burro Act’ del 1971.
Questa legge, all’epoca approvata all’unanimità dal Congresso, garantisce agli animali nelle condizioni dei Mustang in questione la tutela dalla “cattura, marchiatura, tortura e morte”, come afferma con decisione Mariana Tosca, attrice firmataria della moratoria.
Ma il personaggio più illustre che ha deciso di sottoscrivere l’atto di protesta è senza dubbio Viggo Mortensen, protagonista di pellicole di successo quali ‘Hidalgo’ e ‘Appaloosa’ , ma popolare soprattutto per l’interpretazione di Aragorn nella saga de ‘Il Signore degli Anelli’.
La speranza è che la partecipazione delle celebrità alla vicenda contribuisca ad accendere l’interesse dell’opinione pubblica e a scuotere le autorità che per il momento non sembrano trovare una soluzione adeguata per la gestione di questi magnifici animali.

Lascia un Commento